Pagine

mercoledì 14 dicembre 2011

UNA COSA CHE NON M'ASPETTAVO

 Scritto -Mercoledi 14 dicembre 2011

UNA COSA CHE NON M'ASPETTAVO
Sono le dieci di mattina, mi affaccio alla finestra per saggiare come stiamo a tempo e temperatura e dico che può andare allora mi vesto ed esco.
Giunto al termine della via dove abito getto nei cassonetti dell'immondizia quella differenziata che avevo preparato ieri sera e sto per attraversare quando dall'altra parte della via, all'angolo, noto una signora che abita nello stesso mio condominio ma in una scala diversa dalla mia la quale appena mi vede si ferma sul marciapiede, prima delle strisce pedonali, aspetta il mio arrivo quindi mi saluta.
È una signora molto in là con gli anni, forse vicino ai miei, alta credo 1.90, allampanata, segaligna, piena di rughe sul viso, elegantemente vestita. Una vedova abbastanza recente di un marito molto simile a lei, entrambi cordialissimi.
Ad ogni incontro, io e la vedova ci salutiamo simpaticamente e lei mi domanda sempre come sta mia moglie, come sto io etc, etc.
Nel cortile interno dove danno alcune nostre rispettive finestre lei è quasi sempre affacciata e, quando fa caldo, se capita che io mi affacci – raramente – lei dall'alto mi saluta sempre sventolando una mano.
Da quando è arrivato l'autunno io esco sempre nelle ore più calde e quindi non ci siamo incontrati da un bel po' di tempo e non ci siamo visti neppure alla finestra.
Quando questa mattina ci siamo rivisti lei sorridendo mi ha detto che non vedendomi più ha chiesto mie notizie all'amministratore quando lo vede per pagare le bollette condominiali.
Lui le ha detto "è vivo, è vivo signora, ha cambiato orari d'uscita, tranquilla..."
Mi fa piacere sapere che loro sono tranquilli.

Aldo il Monticiano

7 commenti:

chicchina ha detto...

Bella la vita del condominio,se ci sono persone così.E considerando la tua simpatia,Aldo,non mi sorprende l'interesse dei tuoi condomini.Ma anche la risposta dell'amministratore, e che diamine....

tiziano ha detto...

bellissimo racconto di vita quotidiana magistralmente raccontata,
ciao Aldo.

riri ha detto...

Ci sono anche belle persone nei condomini, quando ci si interessa al vicino, il sorriso che si scambia e così dovrebbe essere per tutti:-) Ma un gran signore come te anch'io lo saluterei da vicino, con affetto e simpatia:-)

Kylie ha detto...

Nel mio condominio di 4 gatti e un cane non c'è alcun legame, neanche di buona educazione!

rosy ha detto...

X Chicchina: in fondo la vita condominiale non è troppo malvagia,
ogni tanto succedono questioni e ci si tiene il muso per un periodo di tempo, ma alla prima occasione si ritorna amici come prima e poi si sa tutto di tutti, ma tacitamente nessuno porta fuori i fatti e misfatti del condominio.


Aldo, io non saprei vivere fuori da un condominio mi mancherebbero tanto i condomini.
Devi sapere che anch'io per un periodo di tempo non sono uscita e mi arrivavano continui saluti dai condomini preoccupati dalla mia assenza.
Non è poi tanto malvagia la vita condominiale.

Ciao, Aldo.

La portiera, rosy

Arianna ha detto...

Troppo simpatico!!!
...Cogliere questi particolari e rallegrarsene!
Buona serata.

Costantino ha detto...

Ciao Aldo,un bel racconto,con tanta umanità e un pizzico di ironia.
Buon Natale.

Translate

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...